Quando e come cambiare filtro aspirapolvere Dyson

cambiare filtro aspirapolvere Dyson

L’aspirapolvere senza filo Dyson è attualmente uno dei prodotti più innovativi e all’avanguardia presenti sul mercato. Sviluppato da un team di professionisti grazie all’uso di prodotti di alta qualità e tecnologie testate ripetutamente, è facile e maneggevole da usare, adatto a chiunque per le pulizie di tutti i giorni.

I filtri per aspirapolveri Dyson piu richiesti su Amazon

Come mai è importante cambiare il filtro dell’aspirapolvere Dyson

Molti clienti si chiedono quale sia la reale necessità del fare manutenzione al filtro del l’aspirapolvere: questo infatti risulta necessario per garantirne la massima efficienza e assicurarvi le migliori prestazioni possibili. Il filtro presente sul dispositivo Dyson è realizzato in fibra di vetro ed è in grado di catturare la quasi totalità delle particelle in uscita, catturandole ed evitando che vengano nuovamente immesse nell’ambiente.

Inoltre gli ultimi modelli di aspirapolvere Dyson sono datati un apposito sensore che vi avviserà quando sarà necessario lavare il filtro (ed eventualmente cambiarlo), tuttavia ci informiamo che ignorando questo messaggio le prestazioni della macchina potrebbero risultarne compromesse: questo accade perché l’accumulo delle particelle sul filtro potrebbe inibire la corretta fuoriuscita dell’aria.

Come estrarre e lavare il filtro dell’aspirapolvere Dyson

estrarre e lavare il filtro Dyson

Per lavare (e poi cambiare dopo un certo numero di lavaggi) il filtro bisognerà innanzitutto estrarlo: fate fare alla parte superiore dell’aspirapolvere un quarto di giro ed estraetelo con decisione, ma senza sforzare i meccanismi, Vi basterà poi andare sotto al rubinetto dell’acqua fredda e senza aggiungere alcun tipo di detergente o solvente fate scorrere l’acqua corrente su di esso.

Lasciatelo poi asciugare lontano dalle fonti di calore dalle ventiquattro alle quarantotto ore successive e una volta che ci sarete assicurati che sia asciutto potrete reinserirlo. Questo processo va ripetuto per almeno tre volte nel corso dei dodici mesi di vita del filtro ed è assolutamente semplice ed immediato. Ovviamente l’intero processo di lavaggio va effettuato a macchina spenta.

Come cambiare il filtro dell’aspiapolvere Dyson, dove acquistarlo e dove gettare quello sporco

Sebbene vi sia la possibilità di lavare il filtro del dispositivo, il cambiamento di quest’ultimo risulta necessario all’incirca dopo un anno di utilizzo. Per la sostituzione sarà necessario spegnere il dispositivo, aprirlo effettuando un quarto di giro e poi estraendo la parte interessata. Il processo dunque non varia rispetto all’estrazione che si effettua quando lo si vuole lavare, l’unica differenza è che in questo caso dovrete gettare il filtro usurato e procurarmene un altro online, possibilmente dal sito ufficiale del produttore, oppure nei rivenditori fisici autorizzati e certificati.

Nel caso di eventuali problemi i vostri disagi verranno coperti dalla garanzia del prodotto (per i primi due anni) e i dipendenti del centro assistenza Dyson sono sempre disponibile ad aiutarvi.

L’azienda inoltre è molto attenta all’ambiente e alla sua salvaguardia ed è per questo motivo che invita i suoi clienti al corretto smaltimento del filtro (e di altre eventuali parti sostitutive del prodotto) secondo le norme vigenti nel vostro comune di residenza.

Perché risulta necessario cambiare il filtro se già viene periodicamente lavato?

Si tratta di certo di una domanda legittima e come precedentemente detto il solo lavaggio non è sufficiente: è necessario sostituire il filtro con cadenza annuale poiché questo potrebbe intaccare il corretto funzionamento del dispositivo. A tal proposito desideriamo approfondire l’argomento è spiegarvi che oltre ai possibili residui di polvere vi è anche la possibilità che rimangano incastrate sostanza inquinanti o ulteriori residui e qualora il filtro non venisse sostituito, oltre al malfunzionamento del dispositivo, questo potrebbe addirittura emettere un cattivo odore.

Si tratta comunque di un procedimento semplice ed immediato, che non vi toglierà più di una manciata di minuti e che può essere effettuato in qualsiasi momento; inoltre non è assolutamente una acquisto dispendioso e ne guadagnerete in pulizia, ordine, salute e qualità dell’aria.

In conclusione, pur essendo dei dispositivi top di gamma, unici nel loro genere ed assolutamente innovativi, tutti i modelli di aspirapolvere Dyson richiedono una costante manutenzione: a partire dalla conservazione, fino alla pulizia e alla eventuale sostituzione dei componenti, che si tratti della batteria o dei filtri per la pulizia. Procedimenti del tutto banali e che si possono effettuare comodamente a casa, senza rivolgersi a parti terze per effettuare il cambiamento.

Ogni azione vi richiederà pochi minuti e dopo potrete continuare le pulizie in tutta tranquillità. Comunque informiamo che per qualunque quesito o problema i dipendenti del centro assistenza Dyson sono sempre disponibili per aiutarvi a trovare la soluzione più adatta a voi e che sui canali social ufficiali dell’azienda è possibile trovare referenze video di quanto spiegato in questo articolo. Che si tratti del lavaggio o del cambio del filtro oppure della sostituzione della batteria, vi sono video brevi e molto chiaro che vi illustreranno passo passo il da farsi in queste situazioni.

Prodotti Dyson spesso comprati insieme

I più venduti aspirapolveri Dyson su Amazon